Moda Kiabi 3 x 2 su tutti i prodotti in saldo, approfittane!

Moda Kiabi 3 x 2 su tutti i prodotti in saldo, approfittane!

Moda Kiabi la felicità ti dona, e la felicità è fare shopping approfittando degli ultimi saldi con un’offerta davvero strepitosa! Con il 3×2 di Kiabi, se acquisti 3 capi in promozione segnalati da etichetta rossa, il meno caro è GRATIS!
Hai capito bene: un’occasione irripetibile da cogliere immediatamente al volo! I saldi non sono sono mai stati così allettanti, grazie a Kiabi!

Moda Kiabi 3 x 2 su tutti i prodotti in saldo, la storia del brand

Kiabi offre moda a prezzi bassi adatta a tutte le esigenze; un nome, un marchio, uno slogan, un simbolo riconosciuto da molti. Al punto che si potrebbe facilmente credere che Kiabi sia sempre esistito. Eppure, Kiabi ha solo 25 anni. Venticinque anni di successo, una relazione vincente con il pubblico. Ma anche una maturità che ha portato l’azienda, nel contesto del mercato attuale, a desiderare di rafforzare la propria posizione in tutti i settori. Aree di sviluppo del prodotto, collezioni pensate per un universo più ampio, in grado di vestire tutta la famiglia. Il mercato del brand sta quindi utilizzando nuovi metodi di presentazione; la vendita al dettaglio è caratterizzata da concetti mirati di negoziazione. Tutto ciò senza trascurare la volontà – invariata sin dai suoi albori – di rispettare quello che ha reso l’azienda popolare tra gli acquirenti: sapere come fornire “mode a prezzi bassi”.

Date importanti di moda Kiabi:

  • 1978:
    Patrick Mulliez apre il suo primo negozio di abbigliamento Kiabi a Roncq e lancia i marchi interni Winch e Decade.
  • 1988:
    Celebrando il suo primo decennio, Kiabi apre il suo 35 ° negozio.
  • 1990:
    Vengono lanciati i marchi di abbigliamento per bambini Tim Pouce e P’tit Caid.
  • 1993:
    Kiabi entra in Spagna con un negozio a Valencia.
  • 1996:
    Kiabi entra in Italia con un negozio a Milano.
  • 2000:
    La società inizia a convertire tutti i suoi negozi in un nuovo formato di design e cambia il nome in Kiabi Europe.
  • 2003:
    Viene lanciata la collezione di abbigliamento “Coté Miss” per ragazze dagli 8 ai 14 anni.
  • 2004:
    Kiabi apre il suo 110 ° negozio in Francia, portando il numero totale di punti vendita a 125.

Kiabi Europe è uno dei principali rivenditori francesi di abbigliamento, con 110 negozi in Francia, 12 negozi in Spagna e 3 negozi in Italia. Ha sede a Hem, nel nord della Francia, vicino a Lille e al confine con il Belgio; Kiabi si è posta fin dall’inizio l’obiettivo di rendere la moda accessibile a tutti, offrendo una gamma di marchi a basso prezzo (tra cui Winch, Decade, Tim Pouce e P ‘tit Caid). Tutto ciò affiancato da un certo numero di marchi conosciuti, tra cui Complices, Waikiki, Providence e Fido Dido. Il brand è stato uno dei pionieri francesi di punti vendita “killer della categoria”, i negozi Kiabi si trovano solitamente nelle aree commerciali al di fuori delle città medie e grandi della Francia. Gli store offrono ampi spazi di vendita compresi tra 1.500 e 2.000 metri quadrati e dispongono di circa 50.000 articoli di abbigliamento, accessori e calzature.

Il più grande negozio Kiabi dispone di ben 4.600 metri quadrati di superficie, quello più piccolo si distingue comunque per circa 800 metri quadrati. Gli store Kiabi offrono una selezione completa di abbigliamento per donna, uomo e bambino, con reparti specifici ulteriormente segmentati in una serie di “storie”, raggruppando colori, materiali e stili simili. Dal 2000, Kiabi porta avanti un ampio programma di ristrutturazione, con l’obiettivo di convertire tutti i negozi nel nuovo design di interni ed esterni, che verranno presto conclusi. La società ha sviluppato con successo un proprio sistema di fidelity card, affiliando oltre 1,5 milioni titolari di carte.

La moda Kiabi fornisce anche altri servizi, come le modifiche gratuite disponibili in negozio e i piani di pagamento scaglionati. L’azienda offre supporto logistico alle operazioni con l’ausilio di tre magazzini e centri di distribuzione, operando attraverso quattro divisioni primarie: Kiabi France, Kiabi Spain, Kiabi Italy e Kiabi Logistique. Fondata dal CEO Patrick Mulliez, Kiabi rimane sotto il controllo del potente impero retail di Mulliez, che comprende ipermercati Auchan, negozi fai-da-te di Leroy Merlin, negozi di elettrodomestici Boulanger, articoli sportivi Decathlon e la catena di ristoranti Flunch.

La famiglia Mulliez era già affermata in Francia come principale punto di riferimento del settore della vendita al dettaglio, anche prima dell’apertura del primo negozio Kiabi, nel 1978. I Mulliez cominciarono come produttori, fondando Phildar, un’azienda tessile, nel 1903. Nel 1946 la famiglia passò al settore della vendita al dettaglio, aprendo i primi negozi e producendo una nuova gamma di articoli per maglieria e cucito a marchio Phildar. La catena omonima decollò nel 1956, con la concessione del franchising Philpar.

L’ascesa dell’azienda verso lo status di gigante del retail iniziò con Gerard Mulliez, che cominciò la propria carriera nello stabilimento di Phildar subito dopo gli studi scolastici. Nel 1961, Mulliez decise di lanciare la sua attività di vendita al dettaglio, creando un negozio di generi alimentari a Roubaix, chiamato Auchan.

L’impresa iniziale di Mulliez fallì. Eppure, con il sostegno della famiglia, provò di nuovo, questa volta adottando il formato di supermercati discount self-service, appena introdotti in Francia. Nel 1967 inaugurò il supermercato Auchan, facendo questa volta centro con il pubblico. Mulliez aprì quindi altri store nel nord della Francia. Verso la metà degli anni ’70, aiutato dal difficile clima economico provocato dall’embargo petrolifero arabo, Auchan si affermò come una delle principali catene di supermercati della Francia settentrionale. Alla fine di quel decennio, Mulliez si preparò ad affrontare il resto del paese, dando inizio ad un’espansione nazionale che posizionò Auchan e la famiglia Mulliez nelle prime file dei rivenditori francesi.

Il successo di Gerard Mulliez ispirò gli altri membri della famiglia, spingendoli ad entrare nel mondo del retail. All’inizio degli anni ’80 avevano fondato molti dei principali marchi al dettaglio del paese, adottando l’approccio “killer di categoria” (tipico degli Stati Uniti). L’impero di famiglia crebbe fino a includere colossi mondiali come la catena di articoli sportivi Decathlon e lo specialista di apparecchi elettrici Boulanger. La famiglia Mulliez era inoltre coinvolta nel lancio di Flunch, una catena di ristoranti popolare in stile caffetteria.  Nei primi anni ’80, la società acquisì il controllo della catena di negozi di bricolage Leroy Merlin. Alla fine degli anni ’70, un altro membro della famiglia Mulliez, Patrick Mulliez, decise di costruire un nuovo concept di store di abbigliamento, chiamandolo Kiabi,

il nuovo format divenne uno dei primi in Francia in grado di offrire uno spazio di vendita su larga scala, dedicato esclusivamente all’abbigliamento. Con i suoi disegni e le etichette di abbigliamento, Kiabi si trasformò ben presto in concetto di moda a basso prezzo: “La mode à petits prix” questo è il suo motto. Sostenuto dal know-how della famiglia nel settore della manifattura tessile, Mulliez fu in grado di offrire un prodotto di qualità alla clientela. Aprì il primo store Kiabi nella città di Roncq, al di fuori di Lille, nel 1978. L’inaugurazione venne affiancata dai primi due marchi interni dell’azienda: Winch, per la moda sportiva del brand, e Decade, per gli stili più classici.

Il primo Kiabi fu successo immediato; Mulliez aprì tempestivamente altri nuovi store. Nel 1979 la società possedeva tre negozi con 150 dipendenti. Meno di un anno dopo, aumentarono a sette, con 450 dipendenti.  Al suo decimo anniversario, Kiabi contava 35 negozi, due centri logistici e due di distribuzione. Più di dieci milioni di capi di abbigliamento venduti con un’espansione internazionale fiorente a partire già dagli anni ’90. Kiabi ampliò i propri orizzonti, introducendo linee di abbigliamento dedicate a bambini e adolescenti, da affiancare alle collezioni permanenti per uomo e donna. Nel 1990 arrivarono le etichette Tim Pouce e P’tit Caid, aggiungendo tanti nuovi articoli tra cui accessori, abbigliamento premaman e calzature. Ben presto il successo del brand aumentò in modo esponenziale, fino a divenire leader del settore moda low price, proprio come oggi lo conosciamo.

Approfitta della favolosa offerta 3 x 2 di Kiabi e visita lo store ad Arese Shopping Center.